Ultimi articoli
The Girls di Emma Cline,romanzo di deformazione di una quattordicenne tra le seguaci di Charles Manson (da ‘Il Messaggero’ del 25 settembre)
Uncategorized

The Girls di Emma Cline,romanzo di deformazione di una quattordicenne tra le seguaci di Charles Manson (da ‘Il Messaggero’ del 25 settembre)

LONDRA – Mai sottovalutare i legami tra ragazze. Che si tratti di ammirazione, di amicizia, di amore, di odio o di una combinazione di questi elementi, il modo in cui una giovane donna risponde alla presenza di altre giovani donne può avere conseguenze inaspettate e drammatiche, come nel caso di Evie Boyd, l’adolescente protagonista del … Continua a leggere

I soliti ribelli. Al V&A di Londra in mostra la rivoluzione 1966-1970, tra pantaloni a zampa, frammenti di luna e nascita dell’individualismo. (da ‘Il Foglio’ del 17 settembre)
costume national/Londra/Uncategorized

I soliti ribelli. Al V&A di Londra in mostra la rivoluzione 1966-1970, tra pantaloni a zampa, frammenti di luna e nascita dell’individualismo. (da ‘Il Foglio’ del 17 settembre)

LONDRA – Attraversi sei saloni del Victoria&Albert di Londra tutti dedicati a spiegarti quanto è stata libera, rivoluzionaria e anticonformista la gioventù del 1966-70 e ti ritrovi direttamente laddove quella stessa generazione, appena è diventata maggiorenne, ha sperato che finissi: nel negozio del museo, circondata da riproduzioni costosette di quello che si indossava, leggeva, ascoltava, … Continua a leggere

Beautiful losers. Intervista con Zac Goldsmith (da Il Foglio del 3 maggio)
le mani sulla città/Uncategorized

Beautiful losers. Intervista con Zac Goldsmith (da Il Foglio del 3 maggio)

LONDRA – “Guarda la mia squadra di volontari. Sono molto internazionali e anche il resto di Londra è così”. E’ un sabato pomeriggio di fine campagna e Zac Goldsmith raggiunge un manipolo di sostenitori in una stradina assolata dell’ovest di Londra, quartiere ricco in cui già piace a tutti. Folla giovane da country club, belle donne molto truccate, … Continua a leggere

Fiorire in carcere: il dipartimento di criminologia di Cambridge apre le sue aule a chi sta scontando una pena. E chi è il primo della classe?
Uncategorized

Fiorire in carcere: il dipartimento di criminologia di Cambridge apre le sue aule a chi sta scontando una pena. E chi è il primo della classe?

In un mondo ideale tutti dovrebbero fare come il dipartimento di criminologia di Cambridge, che con l’iniziativa di aprire le sue lezioni a chi il crimine lo conosce bene, ossia alle persone che stanno scontando una pena in carcere, ha preso almeno tre piccioni con una fava. Il primo, il più ovvio, è un ‘piccione’ … Continua a leggere

Dove nasce Londra
Uncategorized

Dove nasce Londra

Due mesi fa mi è nata una figlia a Londra. “Dalle un nome inglese, se volete stare qui la sua vita sarà più facile”, aveva suggerito un’amica, gran dama sessantenne ancora un po’ trotzkista con una spilla bianca e blu con su scritto ‘Salvate l’NHS’ sul cappotto sintetico portato con grazia da ultima dei Romanov. Incinta … Continua a leggere

In ‘Number 11’ Coe arrabbiato ritorna alla Famiglia Winshaw, ma con molta più amarezza (da ‘Il Foglio’ del 14 novembre)
the glorious land

In ‘Number 11’ Coe arrabbiato ritorna alla Famiglia Winshaw, ma con molta più amarezza (da ‘Il Foglio’ del 14 novembre)

Se si ritiene che la storia recente sia tutta un susseguirsi di perdite d’innocenza, si può essere tentati di tornare indietro ai tempi (quali?) in le cose erano giuste, sane e autentiche. Analisi pigre portano ad azioni pigre, e premere il tasto ‘rewind’ è più facile che riparare ad eventuali errori guardando avanti, una forma … Continua a leggere

Uncategorized

Mai sicura sul suo trono, Maggie Thatcher fece mille errori e con Elisabetta rimase sempre impacciata. Ma su Gorbachov ci azzeccò. (da ‘Il Foglio’ dell’8 ottobre)

Non si è mai sentita sicura sul suo trono, Margaret Thatcher. Un po’ perché sapeva quanto i suoi avversari all’interno del partito fossero agguerriti, un po’ perché il fatto di essere donna non le permetteva di contare sulla rete di salvataggio del boys club grazie alla quale i politici del suo livello cadono sempre e comunque in piedi, … Continua a leggere