Neonazi e amore per l’Europa. La pièce dello scozzese David Greig sembra scritta oggi (da Il Foglio dell’11 agosto 2019)

Londra. Quando Horse, skinhead brutto e stupido, tutto soddisfatto per l’attentato appena compiuto, grida vittorioso: “Anche noi siamo l’Europa!”, tra un brivido e l’altro tocca dargli ragione. Sì, l’Europa sei anche tu, infausto e inevitabile, figlio dell’ottusità tua e degli altri (continua qui)