La rassegna stampa quotidiana – Day 5

Era ora che qualcuno facesse chiarezza sui misteri che avvolgono la vita del principe Carlo. Ad esempio, e’ vero che si fa preparare sette uova sode ogni mattina per colazione? No, pare di no, così’ come sembra che l’architettura moderna, dopotutto, gli piaccia. Lo ha rivelato Clarence House pubblicando sul suo sito una serie di risposte alle domande più’ frequenti riguardanti il primogenito della Regina. Per chi e’ alla ricerca di punti fermi e di verita’ scientifiche, c’e’ uno studio citato dal Daily Telegraph che rivela una conclusione stupefacente: chi si affida all’istinto rischia meno di sbagliare. Ma la scienza non si ferma qui, e ci rivela anche che la tecnologia ci sta rendendo tutti più’ cretini e che il nervosismo e’ spesso all’origine del prurito cutaneo. I casi di pedofilia si vanno moltiplicando alla velocità della luce nel paese, e dopo l’idolo dei ragazzi Jimmy Savile, anche uno dei marionettari di Sesame Street e’ stato accusato di avere una relazione con un ragazzo minorenne. Continuano infine le avventure di Nadine Dorries, la deputata Tory che ha scelto di andare nella giungla australiana per partecipare ad un reality intitolato ‘I’m a celebrity… Get me out of here’. I giornali di oggi la ritraggono coperta di scarafaggi, grilli e altri spiacevoli animaletti, lasciandosi andare a tutta una serie di paragoni con la giornata media di lavoro a Westminster.

La rassegna stampa quotidiana – Day 3

La giornata di oggi sui giornali inglesi offre tutta una serie di spunti riguardanti i parlamentari. Un deputato laburista, Jamie Reed, ha dovuto rispondere alle accuse di sessismo per aver twittato, durante un viaggio in treno, che una delle sue vicine di sedile era una donna “odiosa, con tante opinioni” e soprattutto con un vistoso paio di baffi. Che se li fosse fatti crescere per il Movember (novembre e’ il mese della sensibilizzazione sul cancro alla prostata e molti uomini si fanno crescere I baffi per fare fundraising). Sempre dal mondo dei parlamentari, lo speaker dei Comuni John Bercow ha fatto sapere che le donne, in Parlamento, si comportano meglio degli uomini e urlano di meno. Non e’ il caso dell’indisciplinata Nadine Dorries, la deputata Tory sospesa dal partito per aver voluto partecipare ad un reality show girato nella giungla australiana: si e’ difesa dalle accuse dicendosi certa che il suo gesto contribuirà a rendere la gente più’ appassionata e vicina alla politica. Poi c’e’ la storia di una donna di 86 anni attaccata da un furetto mentre guidava la vetturina elettrica che le serve per muoversi: mezza pagina sul Telegraph con foto della signora e box informativo sulla natura imprevedibile dei furetti. Uno studio rivela finalmente perche’ in Gran Bretagna ci sono molte persone coi capelli rossi: il fenomeno sarebbe strettamente legato alla pioggia e al brutto tempo. Camilla, la Duchess of Cornwall, continua a sgambettare felice per l’Australia insieme a Carlo e oggi una foto la ritrae con in braccio una koaletta di nove mesi, Matilda, e la stessa faccia disgustata che aveva quando teneva il canguro cucciolo. Il Daily Mail ci racconta infine l’ennesima storia tremenda sulla BBC: oltre ad aver ostacolato l’emergere della verita’ sul caso Savile, avrebbe anche proibito ad uno dei suoi giornalisti di parlare con gli alieni. ‘La richiesta del presentatore Cox di entrare in contatto con un nuovo pianeta e’ stata bloccata… nel caso qualcuno avesse risposto’, spiega il giornale.

la rassegna stampa quotidiana

Elezioni americane a parte, la notizia del giorno sui giornali britannici riguarda una deputata conservatrice, Nadine Dorries, sospesa per essere andata nella giungla australiana per prepararsi a partecipare al reality show ‘I’m a Celebrity… Get me out of here!’, una sorta di Isola dei Famosi dove in passato i partecipanti si sono dovuti nutrire anche di insetti e di peni di canguro. Dorries ha spiegato che attraverso il programma puntava a sensibilizzare il pubblico su questioni importanti come la riduzione da 24 a 20 settimane del termine massimo per abortire. Piu’ di un quotidiano riporta poi la storia di un ratto trovato in una sala operatoria e la illustra con la foto della bestiola, per via della quale sono state cancellate addirittura 40 operazioni. Mentre il crollo delle vendite di Marks&Spencer preoccupa, preoccupa molto, il Times ci racconta una storia sconvolgente: una maîtresse che gestiva un’agenzia di escort di alto bordo guadagnava così’ tanto che, spiega il titolo, “i figli andavano in una scuola privata grazie agli introiti”. Incredibile. Poi con la consueta, condivisibilissima passione per tutto quello che riguarda lo spionaggio, anche quando c’e’ di mezzo un traditore che ha messo nei guai 400 colleghi, i giornali raccontano i 90 anni di George Blake, agente britannico che si e’ venduto ai sovietici per ragioni ideologiche durante la Guerra Fredda e ha detto di “non avere rimpianti”.